BANDO

POR CALABRIA FESR-FSE 2014-2020. ASSE I – PROMOZIONE DELLA RICERCA E DELL’INNOVAZIONE

Obiettivo specifico 1.2 “Rafforzamento del sistema innovativo regionale e nazionale”

Azione 1.2.2 “Supporto alla realizzazione di progetti complessi di attività di ricerca e sviluppo su poche aree tematiche di rilievo e all’applicazione di soluzioni Tecnologiche funzionali alla realizzazione delle strategie di S3”

FINANZIAMENTO OTTENUTO

400.972,68 €

TITOLO PROGETTO

NANOCAL

DESCRIZIONE

Il progetto proposto si inserisce nel settore del drug delivery, mirando a garantire il direzionamento di farmaci verso tessuti bersaglio con l’obiettivo di minimizzare o addirittura annullare gli effetti tossici sulle cellule sane, aumentando la risposta dell’individuo al trattamento. Una terapia antineoplastica efficace e innovativa, infatti, richiede lo sviluppo di farmaci che specificamente raggiungano le cellule tumorali o la progettazione di carriers mediante i quali il farmaco possa venire veicolato esclusivamente alle cellule tumorali, minimizzando così l’esposizione dei tessuti sani ai farmaci antineoplastici. Nanocal prevede, mediante un’azione concertata tra la NanoSiliCal Devices (proponente) e l’Università della Calabria (partner), lo sviluppo di nanoparticelle di silice mesoporosa (MSNs) da utilizzare come veicolo nella terapia mirata di patologie tumorali, al fine di garantire una più efficace risposta terapeutica da parte del paziente oncologico ed il miglioramento della qualità della vita.

OBIETTIVI

La NanoSiliCal Devices mira a sviluppare sistemi di drug delivery associati ad una ridotta concentrazione di farmaco e frequenza delle dosi più efficaci di quelli già esistenti in commercio, offrendo, quindi, una somministrazione più facile e più sicura che possa garantire alla nostra azienda l’ingresso nel mercato delle multinazionali farmaceutiche. I mezzi usati per perseguire questi target sono rappresentati dalla definizione della classe di potenziali molecole da utilizzare sulla base della tipologia di tumore da trattare, a sua volta individuata tenendo conto sia dell’incidenza che della gravità delle patologie, con particolare riferimento al manifestarsi di fenomeni di tipo Multi Drug Resistance (MDR). Ad essa verrà affiancata una completa valutazione delle specifiche caratteristiche chimico-fisiche della classe di molecole individuata nelle attività precedenti. Infine, verrà vagliata possibilità, da parte di MSNs variamente funzionalizzate, di poter fungere da veicolo intelligente per farmaci antineoplastici al fine di essere utilizzate nella terapia oncologica mirata attraverso test di efficienza in vitro e in vivo. Non mancherà una valutazione del potenziale mercato di riferimento in cui il nanosistema andrà a collocarsi, in relazione allo stato della proprietà intellettuale pendente sui farmaci precedentemente caratterizzati e focus sui fabbisogni tecnologici specifici delle aziende potenziali clienti. Alla luce di tutto ciò, NANOCAL darebbe la possibilità alla NanoSiliCal Devices di continuare il suo difficile, ma al contempo soddisfacente, percorso verso l’approdo sul mercato di riferimento (farmaceutico e biotech).

RISULTATI ATTESI

I sistemi che verranno sviluppati con il presente progetto ricadono nell’ambito settoriale innovativo dei materiali avanzati e delle biotecnologie. Le nanoparticelle multifunzionali a base di silice mesoporosa (MSNs) possono essere impiegate come alternative intelligenti alla chemioterapia classica. Si tratta, infatti, di sistemi terapeutici costituiti da materiali nanostrutturati la cui tecnologia, e quindi efficacia, dipende dalle attività vitali espletate dalle cellule tumorali. Il principale problema di molti farmaci e terapie tradizionali antitumorali è rappresentato dagli effetti tossici che producono sulle cellule sane, pertanto la progettazione di sistemi farmaceutici nanostrutturati per il rilascio controllato di farmaci antitumorali costituisce, ad oggi, un settore di punta della ricerca scientifica che ha ricevuto grandi attenzioni in quanto essi possono trasportare selettivamente agenti terapeutici a cellule tumorali risparmiando i tessuti normali. Il sistema di drug delivery della NanoSiliCal è innovativo in quanto capace di aumentare la biodisponibilità del farmaco o molecola veicolata, consentendo un trattamento farmacologico mirato e personalizzato con il vantaggio di ridurre il numero di pazienti che non rispondono alla terapia e consentendo di migliorare l’efficacia e la tollerabilità di nuovi farmaci che mostrano eccesso di tossicità. La presenza di una funzione targeting, permette il riconoscimento altamente specifico del vettore che trasporta il farmaco da parte del recettore bersaglio, generalmente sovraespresso sulle membrane cellulari tumorali. Una nuova formulazione per il rilascio di un farmaco consente un’estensione della protezione brevettuale dello stesso oltre ad una riduzione degli effetti collaterali con il risultato di migliorare la qualità di vita del paziente e ridurre la spesa pubblica dovuta alla permanenza dei malati nelle strutture ospedaliere.